SANREMO 2017: PAGELLE IGNORANTI della seconda serata

La seconda serata dei Festival di Sanremo si apre con 4 delle 8 Nuove Proposte in gara. A sfidarsi sono Marianne Mirage, Francesco Guasti, Braschi e Leonardo Lamacchia.
Mi sembra quindi opportuno dare un parere personale anche alle loro esibizioni…
MARIANNA MIRAGE – Le canzoni fanno male
Canzone dal buon ritmo e con un bel testo, accompagnata da una convincente interpretazione. 7
FRANCESCO GUASTI – Universo
Forse uno dei testi più belli tra quelli delle Nuove Proposte. A rendere tutto più bello la sua voce e il timbro unico e riconoscibile. Per non parlare del look che adoro! 8
BRASCHI – Nel mare ci sono i coccodrilli
Canzone tratta dall’omonimo libro. Si parla di un tema delicato, ma lo si fa con la leggerezza che solo la musica permette. Un bellissimo uso degli archi. 7,5
LEONARDO LAMACCHIA – Ciò che resta
Sembra la più semplice, ma in realtà l’arrangiamento mette in risalto la bellissima voce del ragazzo. 7/8

Passano il turno: Francesco Guasti e Leonardo Lamacchia.

2017-02-08-3

Ad aprire ufficialmente la seconda serata del Festival il mago Hiroki Hara con proiezioni e download-5giochi di prestigio. Atmosfera magica che accompagna l’entrata dei due conduttori Carlo Conti e Maria De Filippi, sempre più affiatati.

Lui in completo Ferragamo blu e lei con due abiti neri di Tisci, sul primo evito commenti che è meglio!

In questa serata “valletto” d’onore il campione Francesco Totti che tra una presentazione e l’altra, ha dato prova di una grande simpatia e spontaneità, anche su un palco come quello dell’Ariston che non è certamente il suo pane quotidiano.

Come super ospite italiana, Giorgia e la sua voce incredibile. Ha interpretato il nuovo singolo “Vanità” e i suoi più grandi successi “E poi”, “Come saprei” e “Di sole e di azzurro”. 182-1150x748

Come nella prima serata non sono mancati gli ospiti internazionali, prima la musica con lapop star Robbie Williams, che ha conquistato tutte le donne e soprattutto Maria.egehjet

Poi Keanu Reeves, che già dalla discesa delle scale ha fatto ben intendere di non essere mai tornato dal mondo di Matrix. Ma la scelta di quelle scarpe sarà dovuta all’assunzione della pillola sbagliata?222-1150x748
E infine i Biffy Clyro liquidati però in pochi minuti proprio come i Clean Bandit.

Naturalmente spazio anche alla comicità e la satira con la copertina di Crozza/Mattarella
“Carlo e Maria, il 52% di share. Per governare non avreste bisogno del premio di maggioranza”.
E il trio romano: Brignano, Insigna e Cirilli.

Ma passiamo a quello che veramente conta, le canzoni e le nostre Pagelle Ignoranti.
Premessa: non sono una critica musicale, quelle che leggerete sono tutte sensazioni e pareri personali e sarò ben felice se poi voi direte la vostra.
Per ogni artista ho valutato il testo della canzone, l’arrangiamento musicale (non da un punto di vista tecnico ma di emozioni che riesce a trasmettere), l’interpretazione e la presenza scenica (come si è comportato sul palco e la parte più frivola sull’aspetto fisico).

BIANCA ATZEI – Ora esisti solo tu

104-1150x748TESTO: Si inizia con una canzone che parla d’amore, quell’amore che ti fa sentire vivo ma il testo alla sola lettura risulta fin troppo banale. Serve una buona interpretazione. 6
MUSICA: Essendo la prima ad esibirsi mi aspettavo molte incertezze e invece, a mio avviso, uno degli inizi “parlati” migliore di questo Festival. Si dovrà però aspettare il ritornello per sentire un po’ di ritmo. 7
INTERPRETAZIONE:  Un inizio calmo e concentrato che non risente dell’emozione di essere la prima ad esibirsi. Dal ritornello Bianca si anima e tira fuori la voce che fa risaltare un testo che sennò risultava troppo semplice. 7
PRESENZA SCENICA: Non si muove sul palco, ma la canzone non lo richiede, le basta muovere le braccia intorno al microfono e il messaggio arriva lo stesso.
Si presenta in un abito interessante dalle tinte bianche e nere. 7
TOTALE = 6,5

MARCO MASINI – Spostato di un secondo

download-4TESTO: Un testo molto autobiografico. Si parla di tutti gli errori che un uomo può commettere e lo si fa in maniera molto diretta. 8
MUSICA: L’inizio parlato mi ha un po’ spiazzato. Ma la canzone c’è ed è bella. Qualche suono elettronico la rende ancora più incisiva. Il timbro inconfondibile di Marco Masini poi fa il resto. 7
INTERPRETAZIONE: Nella interpretazione non si scompone anche perché il messaggio della canzone arriva forte e chiaro senza dover fare salti mortali. 7
PRESENZA SCENICA: Un inizio statico, ma una seconda parte molto più viva che porta Masini a prendersi tutto il palco senza esitare. Uno stile rinnovato e un completo azzurro che lo fanno sembrare il Grande Puffo, ma ci piace! 8
TOTALE = 7,5

NESLI E ALICE PABA – Do retta a te

159-1150x748TESTO: Si parla di un amore finito e di due persone ormai distanti. Assolutamente niente di interessante. “Tuuu, Bluuu, Piùùù” … al testo manca qualche U. 5
MUSICA:
Lui l’inizio lo azzecca, ma lei? Lei gli va dietro senza raggiungerlo mai. Sono 2 rette parallele destinate a non incontrarsi mai. Nessuno dei due risalta. 5
INTERPRETAZIONE: Pensano troppo a come comportarsi sul palco e non a cosa trasmettere con l’interpretazione.
4
PRESENZA SCENICA: Mentre loro erano sul palco io ero su Twitter. Mi dispiace ma per me è NO! Ed è no pure per i look: lui con i pois sulla giacca che sembrano una pioggia di forfora e lei che indossa una delle tende di mia nonna. 4
TOTALE = 4,5

SERGIO SYLVESTRE – Con te

167-1150x748TESTO: Altra canzone su un amore finito. Fin troppo semplice il testo. Serve una buona interpretazione per valorizzarlo. 6
MUSICA: Con quel timbro caldo potrebbe cantare anche in turco e a cappella, starei ore ad ascoltarlo. La scelta dei coristi è stata il top. 7
INTERPRETAZIONE: Con l’italiano se la cava. E la buona interpretazione c’è stata! E’ riuscito a valorizzare quel testo che inizialmente non mi convinceva proprio. 7
PRESENZA SCENICA: Se ne rimane fermo al microfono ma vista la sua stazza non importa muoversi molto per avere l’attenzione su di sé. E’ la tenerezza fatta ragazzo! Lo stile però è discutibile 7
TOTALE = 7

GIGI D’ALESSIO – La prima stella

gigi-dalessio-1150x748TESTO: Avete presente quando vorreste parlare a chi non c’è più ma non vi escono le parole? Ecco chiedetele a Gigi! 8
MUSICA: Un arrangiamento delicato proprio come il tema della canzone. Ed anche se ha mancato 2 o 3 note, questa rimane una delle sue più belle canzoni. 7
INTERPRETAZIONE: Gigi o si ama o si odia, non esistono vie di mezzo. Una cosa però è certa, qualunque sia il messaggio lui riesce a trasmetterlo. 8
PRESENZA SCENICA: Non ha bisogno di muoversi per conquistare il palco, lui è Gigi. E in completo blu e occhio lucido fa la sua discreta figura. 8
TOTALE = 7,5

MICHELE BRAVI – Il diario degli errori

immagini-quotidiano-netTESTO: Sbagliando si impara, questo Michele lo sa bene. (e anche Totti dopo la gaffe su “Cheope”) 7
MUSICA: Pezzo orecchiabile e radiofonico. Avrà successo. 7
INTERPRETAZIONE: Il più piccolo dei Big è preciso nell’intonazione e sa quello che vuole trasmettere e come farlo. 8
PRESENZA SCENICA: Nonostante sia il più giovane, sul paco ci sa stare quasi meglio di Al Bano. Look classico ma troppo pallido! 7
TOTALE = 7,5

PAOLA TURCI – Fatti bella per te

47e55d7a-a493-472b-941a-11f2a449eff7TESTO: Canzone di una donna per le donne. Accettatevi per come siete perché siete bellissime. Messaggio bello ma testo un po’ ripetitivo. 7,5
MUSICA: Finalmente dopo pezzi delicati e soft un po’ di ritmo! 7
INTERPRETAZIONE: Qui si vede l’esperienza di chi su quel palco c’è già stato tante volte. Il palco non lo calca, lo conquista 7,5
PRESENZA SCENICA: E se bisogna accettarsi per come si è, Paola Turci lo fa alla lettera e lo mostra pure attraverso il suo “completo” che tanto completo non è. 7
TOTALE = 7,5

 

FRANCESCO GABBANI – Occidentali’s Karma

cf597076-5181-42da-ab6c-d9e396ed3a7cTESTO: Finalmente un pò di ironia e provocazione verso il mondo occidentale e il suo modo di vivere. 7,5
MUSICA: Se con Paola Turci era arrivato un po’ di ritmo, ora arriva l’originalità e la stravaganza. Il motivo della canzone mi risuona ancora in testa. 7,5
INTERPRETAZIONE: Ma che dobbiamo aggiungere di più se non…BRAVO. E brava pure la scimmia! Sinceramente non saprei che parole usare, gli darei subito il premio della critica. 8
PRESENZA SCENICA: Quel palco non gli fa per niente paura, o comunque la maschera benissimo. Sul maglioncino arancione ho ancora dei dubbi ma mica si può essere perfetti! 7
TOTALE = 7/8

MICHELE ZARRILLO – Mani nelle mani

199-1150x748TESTO: Toh! Un’altra canzone d’amore. Si ma questo è amore forte, da mani nelle mani. Sulla critica il testo ha già fatto colpo. 7,5
MUSICA: Difficile non essere banale parlando d’amore ma lui ci riesce utilizzando un bellissimo arrangiamento.  7,5
INTERPRETAZIONE: Con un bel testo e un bell’arrangiamento non gli serve molto per far arrivare il messaggio e infatti tutto scorre liscio come l’olio. 7
PRESENZA SCENICA: Rimane composto fino alla fine in cui si lascia andare ad un acuto che mi ha fatto ricordare “L’alfabeto degli amanti”. Sul look un appunto sui jeans è d’obbligo! 7
TOTALE = 7

CHIARA – Nessun posto è casa mia

229-1150x748TESTO: Si parla della lontananza da casa e dagli affetti. Un bel tema, a tratti malinconico. Tutto ruota intorno alla interpretazione. 7
MUSICA: Speravo in qualcosa di più e invece anche stavolta, secondo me, questa non è una canzone che valorizza le doti di Chiara. Troppo lenta.   6
INTERPRETAZIONE: L’interpretazione è intensa anche se l’emozione la tradisce un po’. Ma quando si deciderà a scegliere canzoni diverse e tirare fuori grinta e voce? 6
PRESENZA SCENICA: La tensione si nota a km di distanza e per questo rimane rigida per gran parte del pezzo. Il total black però le dona. 6,5
TOTALE = 6,5

RAIGE E GIULIA LUZI – Togliamoci la voglia

2391-1150x748TESTO: Il messaggio: Cogliere l’attimo! E’ così chiaro che risulta… banale. 5,5
MUSICA: Aiuto! Pensavo che con la base potesse diventare un buon pezzo e invece niente da fare, la base è ripetitiva quanto il testo.   5
INTERPRETAZIONE: Come coppia forse riescono a battere la precedente ma non riescono proprio a trasmettere il senso della canzone. 6
PRESENZA SCENICA: Mancava un bacio a fine canzone ed eravamo tutti contenti. Sul look mi posso astenere? No dai.. lei si salva col total black, lui sembra pronto per una partita di softair. 5,5
TOTALE = 5,5

Ecco concluse le nostre pagelle ignoranti sulla seconda serata del Festival di Sanremo. Voi lo avete visto? Cosa ne pensate?

Come potete capire dai voti, questa volta mi trovo d’accordo (almeno in parte)con la classifica ufficiale, anche se mi dispiace per Bianca Atzei.

A domani per le prossime pagelle!

El.

 

5 risposte a "SANREMO 2017: PAGELLE IGNORANTI della seconda serata"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...